Change. Sulla formazione e la soluzione dei problemi

by Paul Watzlawick
We can tell you if you would like this book! Take the tour to see how it works!

Blurb

Un breviario di tecniche per risolvere i problemi umani e per imparare a non crearli. Lo spionaggio inglese, il maggio francese, la rivoluzione culturale cinese, la pornografia, l'utopia, l'agorafobia, Wittgenstein, Kruscev, Kavafis, Groucho Marx -'exempla' o modelli di una teoria del cambiamento, per un mondo dove abitualmente plus ça change plus c'est la méme chose. Il richiamo alla Pragmatica è necessario perché il presente libro ne è lo sviluppo coerente. L'accento è ancora posto sugli aspetti 'pragmatici' della comunicazione umana, sul che cosa accade 'qui e ora', anche se a essere studiati sono fenomeni antichissimi quali la persistenza e il cambiamento nelle vicende umane. "Di teorie sul cambiamento ce n'è a bizzeffe", scrive Milton H. Erick-son nella prefazione, "ma è la prima volta che in una teoria del cambiamento viene assunto seriamente ad oggetto di analisi il cambiamento stesso per accertare sia come si verifica spontaneamente sia come si può provocarlo". Se in ultima analisi gli autori elaborano una teoria del cambiamento, occorre però tener presente che il percorso da loro compiuto va dalla pratica alla teoria (e non viceversa). La pratica è quella esercitata al Brief Therapy Center di Palo Alto, fondato nel 1966 da Richard Fisch (psichiatra, ricercatore come Watzlawick e Weakland al Mental Research Institute) e da lui diretto unitamente a John Weakland (antropologo, collaboratore di Bateson nella messa a punto di uno studio ormai classico della letteratura psichiatrica, "Verso una teoria della schizofrenia", tradotto in Il doppio legame, a cura di C. E. Sluzki e D. C. Ransom, Astrolabio 1979).

Member Reviews Write your own review

Be the first person to review

Log in to comment