Il diario di Anna Frank

Autobiography by Anna Frank

Blurb

Il Diario di Anna Frank racconta la vita di una ragazza ebrea nata a Francoforte e rifugiatasi con la famiglia a Amsterdam, costretta nel 1942 a entrare nella clandestinità insieme alla famiglia per sfuggire alle persecuzioni e ai campi di sterminio nazisti. Nel diario da lei tenuto, Anna racconta la vita e le vicende di tutti i giorni, scrivendo le proprie impressioni sulle persone che vivono con lei.
Nell'agosto del 1944 i clandestini vennero scoperti e arrestati; furono condotti al campo di concentramento di Westerbork; da qui le loro strade si divisero ma, ad eccezione del padre di Anna, tutti quanti morirono all'interno dei campi di sterminio nazisti. Anna morirà di tifo a Bergen-Belsen, campo di concentramento situato in Germania, nel marzo del 1945, insieme alla sorella Margot, dopo essere stata deportata nel settembre 1944 ad Auschwitz.
Alcuni amici di famiglia che avevano aiutato i clandestini riuscirono a salvare gli appunti scritti da Anna all'interno dell'alloggio segreto, consegnandoli poi al padre, Otto Frank, che ne curò la pubblicazione avvenuta ad Amsterdam nel 1947, col titolo originale Het Achterhuis.

First Published

1947

Member Reviews Write your own review

sierraiously

Sierraiously

The historical aspect was great, but the book itself got boring

1 Response posted in January
mandavi

Mandavi

Anfangs war ich von Annes Selbstüberschätzung ziemlich genervt, was aber wohl eher an unangenehmen Erinnerungen an die eigene Adoleszenz liegt... Ich war jedenfalls erstaunt, wie klar sie oft ihre eigenen Gefühle und deren Ursachen erkannt hat. Das Ende geht sehr nahe, obwohl ja bekannt ist, was passierte.

0 Responses posted in February
Log in to comment